Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Una commedia che non lascerà grande traccia del suo passaggio. Una vicenda di provincia che si connota per la scarsità delle idee nonostante il cast potesse ambire a ben altro prodotto.

La trama

"Tommy Boy" è la storia di Tommy Callahan III, un ragazzone grande e grosso della provincia americana, sveglio quel tanto che basta per laurearsi in sette anni per poi prendere servizio presso l’azienda paterna, che si occupa di ricambi d’auto. Il padre nel frattempo decide di convolare in seconde nozze ma muore d’infarto proprio il giorno del matrimonio. La nuova vedova che ha in realtà una relazione con un altro uomo molto più giovane di lei, fa passare quest’ultimo come suo figlio, cercando di tener buono Tommy, mentre nel frattempo tenta di vendere la parte che ha ereditato dell’azienda a Ray Zalinsky (Dan Aykroyd). Tommy nel frattempo, coadiuvato da Richard ex assistente di suo padre, deve cercare di mandare avanti l’azienda con risultati che saranno a dir poco imprevedibili. "Tommy Boy" in DVD é disponibile e acquistabile anche online sui portali specializzati; offre come contenuti extra unicamente i trailers di presentazione.

Il film

I due protagonisti, interpretati da Chris Farley (Tommy Callahan) e David Spade (Richard Hayden), se per la differenza fisica sembrano quasi lontanamente ricordare coppie celeberrime quali Stanlio ed Ollio, di fatto si cimentano in una comicità piuttosto banale che, nonostante la buona interpretazione di Farley e l’innesto seppur in una parte di co-protagonista di un Dan Aykroyd, reduce dal caloroso successo de “The Blue Brothers”, non fanno decollare la commedia lasciandola in quell’anonimato che, tra l’altro, stupisce abbastanza visto che il regista, Peter Segal era orami da tempo divenuto sinonimo di garanzia per i film d’intrattenimento. La dinamica della vicenda in realtà è movimenta e ricca di colpi di scena, ma la complicata soluzione che si concretizza grazie ad espedienti abbastanza improbabili e che comunque concentrano la rivelazione di tutte le reali posizioni dei contendenti negli ultimi quindici minuti, arriva improvvisa e non sembra collegata ai precedenti accadimenti che invece avrebbero dovuto lentamente farcela pregustare. Questa scollatura tra incipit, svolgimento e finale, spezza il ritmo della sceneggiatura tanto da lasciare un senso d’incompiutezza.

Nel finale, il trionfo completo di Tommy ed il suo guadagnato ruolo di proprietario rifocalizzano l’attenzione sulla dinamica degli eventi, ricordandoci che eravamo partiti da un ragazzone che certo non brillava per intelligenza anche se, nel tourbillon delle rivelazioni, questa sua scarsità d’ingegno va a confondersi con il background tutt’altro che brillante degli altri protagonisti, in primis la matrigna ed il fratellastro, tanto che, in questo folto gruppo di “mezze tacche” gli unici reali conduttori di tutta l'avventura sembrano essere il caso ed il destino.

copertina del DVD del film "Tommy Boy"
Tag(s) : #Cinema e Documentari

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: